A pochi giorni dai risultati finanziari di Electronic Arts, arrivano delle interessanti dichiarazioni da Morgan Stanley, riguardante l’andamento di due dei principali brand EA, ovvero Battlefield 1 e Titanfall 2.

Morgan è rimasto estasiato dalle performance di Battlefield 1, che sono andate ben oltre le prime aspettative i quali prevedevano di vendere 15 milioni di copie a fine Marzo 2017. Infatti, Battlefield 1 sembrerebbe già aver raggiunto questo risultato solamente nel 2016.

Oltre al fatto che le vendite di Battlefield 1 sono molto buone in generale, è bene far notare come Battlefield 1 sia il capitolo della serie venduto più velocemente, superando con facilità Battlefield 3 che distribuii 15 milioni a fine Marzo 2012. E’ anche vero che Battlefield 3 ha avuto delle ottime gambe nel lungo andare, vedremo quindi se Battlefield 1 riuscirà alla fine a diventare il Battlefield più venduto in assoluto, cosa che attualmente sembra abbastanza probabile.

Vendite meno brillanti per Titanfall 2, che ha venduto 4 milioni nel 2016. Morgan ne parla in maniera abbastanza delusa, è infatti ovvio come le previsioni di EA erano nettamente superiori: le previsioni di Titanfall 2 erano di vendere dai 9 ai 10 milioni di copie entro Marzo 2017. Considerando che è praticamente impossibile che in 3 mesi Titanfall 2 possa fare più del doppio di quanto fatto fino ad ora, è ovvio che venderà sotto le aspettative.

Tutta via, dicendo la mia sull’argomento, tutto sommato le vendite di Titanfall 2 non sono neanche male. Sicuramente non ai livelli di quanto sperato, ma ora come ora vendere 4 milioni in poco più di 2 mesi è un risultato che a molte compagnie farebbe piacere per i propri giochi. Il primo Titanfall rilasciato su 360, One, e PC vendette 7 milioni di unità. Non è quindi da escludere che Titanfall 2 riesca a raggiungere le cifre fatte dal primo episodio a fine ciclo vitale.

Annunci